Menu

Variante n. 1 al PUC

Il Consiglio Comunale ha adottato con deliberazione n° 19 del 21/04/2011 la Prima Variante al Piano Urbanistico Comunale. L’Amministrazione ha scelto di modificare il principale strumento di pianificazione urbanistica attraverso un continuo e costante confronto e numerosi incontri con i cittadini e le forze sociali, economiche e culturali, al fine di acquisire proposte e valutazioni in particolare per le zone C di espansione residenziale e le zone D industriali. L’Assessore all’Urbanistica Anna Rita Corda, illustrando la proposta al Consiglio Comunale, ha ricordato che “l’adozione della Variante al PUC segue la recente approvazione della Variante generale al Piano Particolareggiato del Centro Storico, pienamente in vigore dal 29 marzo 2011”. Il PUC vigente è entrato in vigore nel Luglio 2004, in questi 7 anni si sono verificate diverse nuove situazioni che hanno motivato la necessità di rivisitare ed adattare il PUC attraverso la variante

La Variante riguarda:
1. Perimetrazione zone Piano Assetto Idrogeologico (PAI).
2. Perimetrazione Sito d’Interesse Comunitario (SIC) Monti Mannu - Monti Ladu.
3. Nuova viabilità Strada Statale 131 In prossimità dell’abitato, per circa 2 chilometri, a seguito dei lavori di ammodernamento della SS 131, parte delle zone C, zone S e zone D sono state interessate da espropri finalizzati alla realizzazione delle strade complanari e bretelle di collegamento. Nella proposta di variante si è proceduto ad una compensazione delle superfici sottratte dalla zona C, individuando pari superfici da riclassificare da zona E a zona C di espansione. Inoltre, poichè la SS 131 è considerata come una strada di tipo B dal Codice della Strada, è stata adottata una fascia di rispetto di 20 metri per le aree edificabili e 40 metri per le aree non edificabili.
4. Aree percorse da incendi. Queste aree sono sottoposte ad un regime di vincolo in base alla Legge N. 353 del 21.11.2000.
5. Riclassificazione delle zone estrattive D5. Nel territorio comunale esistono zone perimetrale ad attività di cava ed autorizzate dall’Assessorato regionale all’Industria, regolarmente individuate nel PUC vigente. Al fine di consentire un adeguato livello di competitività delle produzioni e lavorazioni ed ammodernamento tecnologico degli impianti le aree già classificate come A2C e A3C sono state riclassificate in zona D5E (Zona di estrazione) e zona D5S (Zona a servizio dell’attività di cava).
6. Individuazione nuove zone C di espansione. In questi 7 anni sono state approvate e convenzionate oltre il 70% delle zone C. Le aree ricadenti in zona C1 sono completamente urbanizzate, i comparti C1a, C1b e C1e sono già stati collaudati e presi in carico all’Amministrazione, mentre per i restanti comparti C1c e C1d sono state avviate le operazioni di collaudo; per le zone C2a e C2b sono state presentate proposte di massima. Nella zona C2b è stata accorpata l’area attualmente individuata S1.6 che viene riclassificata in zona C. La zona C2c situata in località “sa mata de sa prama” è stata riclassificata in zona E agricola perché non è pervenuta alcuna proposta di progetto di lottizzazione.
7. Aggiornamenti cartografici. Gli aggiornamenti cartografici riguardano: nuova viabilità nelle vie Fara e Macomer, eliminazione del tratto di viabilità di via Matteucci e di un tratto tra la piazzetta di via Torino e via Vivaldi, rettifiche cartografiche per: a) area piano di zona Sant’Antonio da viabilità a zona servizi b) area via Bordighera da zona B a servizi c) area in via Cavallera da viabilità a zona B.
8. Riclassificazione area zona S3.21 La zona è stata classificata B in quanto le zone S3 Spazi pubblici attrezzati sono sufficienti rispetto alle previsioni demografiche del Piano e perché l’area non è nella disponibilità dell’Amministrazione e non vi sono previsioni di acquisto.
9. Riduzione Zona industriale di Villasanta. La zona è stata ridotta in conseguenza degli espropri ANAS per la sistemazione della SS 131 10. Norme di attuazione. Viene meglio disciplinata l’edificazione dei lotti del centro abitato di superficie inferiore a 150 mq. Si inseriscono prescrizioni per i dispositivi e/o le apparecchiature sistemate all’esterno deifabbricati per i sistemi di produzione di energia rinnovabile e altre apparecchiature a forte impatto estetico.

La variante in esame in termini di superfici registra le seguenti modifiche: Zona A: invariata Zona B: più 2.017 mq; Zona C: meno 1.194 mq; Zona D: più 915.566 mq; Zona E: meno 906.564 mq; Zona S: meno 9.827 mq.
La variante non incide sul dimensionamento complessivo della popolazione insediabile.
Nel rispetto della normativa sull’attività di cave e delle autorizzazioni regionali, si è proceduto ad ampliare l’area di sfruttamento e trattamento del materiale lapideo, tradizionale e importante settore imprenditoriale del Comune di Serrenti. Con la realizzazione delle strade complanari alla S.S. 131 la fascia di rispetto passerà da 40m a 20m in corrispondenza delle zone C e D.

La variante al Piano urbanistico è stata posta in PUBBLICAZIONE per la consultazione pubblica in data 13.05.2011, per un periodo di trenta giorni. Decorso questo periodo di tempo gli interessati  hanno proposto, entro i trenta giorni successivi, osservazioni alla variante che saranno esaminati dall’Amministrazione. In ultimo sarà il Consiglio Comunale ad approvare definitivamente il Piano. Contestualmente a questa procedura la variante è da sottoporre a Verifica di Assoggettabilità a VAS (Valutazione Ambientale Strategica), procedura che ha già avuto avvio con la redazione di apposito documento.

 

ELABORATI TESTUALI

Deliberazione del Consiglio Comunale n. 19 del 21/04/2011

Regolamento

Relazione

Norme di attuazione

Tabella parametrica

Documento Verifica di assoggettabilità a VAS della Variante del PUC

 

 

ELABORATI GRAFICI

A1 Geologia
A2 AcclivitaTavola
A3 Uso del suolo
A4 Unità di paesaggio
A5 Beni Ambientali
A6 Servitu
A7 Attività Estrattive
B1 Territorio
B2a Abitato
B2b Villasanta
B2c Pauli Onigus
B3 Zone Agricole
B4 Superfici
B5 Centro storico
B6 Perimetro Abitato
B7 Strade
B8 Urbanizzazione
B9 Manufatt
C1 Territorio Cat
C1a Nord Est
C1b Nord Ovest
C1c Centro Est
C1d Centro Ovest
C1e Sud
C2a Abitato Cat
C2b Villasanta Cat
C2c Pauli Onigus Cat
C3 Zone Agricole Cat