Menu

CESAR BRIE IN "ALBERO"

Quando 24/10/2010
dalle 21:00 alle 22:30
Dove Serrenti, Teatro Comunale
Aggiungi l'evento al calendario vCal
iCal

L’11 Settembre 2008 nel Pando, regione della giungla boliviana, si è consumato un massacro di contadini. A fine giornata i morti accertati erano 11, centinaia i feriti da armi da fuoco e decine le persone scomparse alle quali nessuno finora ha restituito un nome, un volto, una storia. Qui, in questa parte del mondo, a chi importa dei contadini boliviani? Ma questa mia pietà che è loro nemica, e che ai più risulta indifferente, è il legame che mi unisce a una terra in cui ho vissuto per vent’anni, e da cui forse mi sto congedando. Dietro il pietoso rossore in cui nemica gli si scopre l’anima c’è l’umano che mi obbliga sempre a guardare le macerie delle guerre combattute altrove, che chiede conto delle private macerie nascoste fra quattro mura, e mi accomuna ai derelitti ai quali sento ogni giorno di più di appartenere. Mi appartiene il dolore degli altri quanto il mio dolore non appartiene a nessuno. Da questa coscienza di assoluta inutilità nasce Alberi senza ombra,che indaga sogni, solitudini, storie ricostruite e reinventate di esseri umani che il sonno pesante del benessere relega in un mondo distante, e che invece sono il rovescio della moneta che tutti consumiamo. Intervista a

Cesar Brie: http://www.youtube.com/watch?v=0T03ZNmbfzE.

Domenica 24 ottobre a Serrenti, Teatro Comunale, alle ore 21:00 (posti ridotti e non numerati, consigliata prenotazione).

CESAR BRIE Albero Senza Ombra testo, regia e interpretazione César Brie, musiche Pablo Brie e Manuel Estrada, progetto scene e costumi Giancarlo Gentilucci e César Brie, luci César Brie e Marco Buldrassi,tecnico luci Marco Buldrassi, responsabile tecnico Sergio Zagaglia produzione Fondazione Pontedera Teatro, con la collaborazione organizzativa di Associazione Arti e Spettacolo Clicca sulla foto e guarda l'intervista Attore e regista argentino di origine, ma boliviano di adozione. Tra i fondatori negli anni settanta della Comuna Baires, fondatore nel 1975 del Collettivo teatrale Tupac Amaru presso il Centro Sociale Isola di Milano, nel 1980 César Brie incontra Iben Nagel Rasmussen, con cui fonda il gruppo Farfa confrontandosi con l’esperienza dell’Odin Teatret e di Eugenio Barba. Nel 1991 contribuisce alla nascita in Bolivia del Teatro de Los Andes. Con questo gruppo ha creato e crea spettacoli che partono dalla storia o dai classici, ma calati profondamente nell’attualità: una serie di lavori esemplari destinati a girare il mondo (Romeo e Giulietta, Ubu in Bolivia, Solo gli ingenui muoiono d’amore, Dentro un sole giallo, Fagile, Otra vez Marcelo… l’Iliade). Su L’Iliade hanno scritto “Ci sono spettacoli – pochi, imprevedibili – che incantano e s’imprimono nella memoria come un’esperienza irripetibile. Gli spettatori se li raccontano a distanza di anni alimentandone il mito. L’Iliade del Teatro de Los Andes è uno di questi (….) Presentato in mezzo mondo, ha ovunque trascinato pubblico e critica in un consenso unanime, facendo gridare al capolavoro.

archiviato sotto: