Menu

IMU 2016 - AVVISO MODIFICHE COMODATO D'USO

Abrogazione assimilazione 1° casa. Obbligo di registrazione del contratto. Possesso di un solo immobile oltre abitazione principale nello stesso Comune

 

Si informano i contribuenti che, ai fini IMU, sono intervenute modifiche normative relative al Comodato d’uso gratuito concesso a parenti in linea retta di 1° grado.

La Legge 28 dicembre 2015 n. 208 (Legge di stabilità 2016) ha disposto:

- Abrogazione dell’assimilazione ad abitazione principale (1° casa) per gli immobili concessi in comodato d’uso a parenti in linea retta entro il 1° grado;

- È prevista la riduzione al 50% della base imponibile per un solo immobile (ad eccezione di quelli classificati nelle categorie catastali A/1, A/8 e  A/9,)  concesso  in comodato ai parenti  in  linea  retta  entro  il 1°  grado  che  lo  utilizzano  come  abitazione   principale,  alle seguenti condizioni:

1. il CONTRATTO  dev’essere  REGISTRATO;

2. il comodante NON DEVE POSSEDERE ALTRI IMMOBILI in Italia (ad eccezione della propria abitazione di residenza nello stesso Comune dell’immobile concesso in comodato);

Si ricorda a tal fine che:

- il contratto di comodato dev’essere registrato entro 20 giorni dalla data della firma del comodato. Il valore dell’imponibile decorre dalla suddetta data di stipula. Pertanto non saranno ammessi alla riduzione del 50% i contratti non registrati e senza indicazione della data della sottoscrizione;

- è fatto obbligo presentare la dichiarazione entro il 30 giugno dell’anno successivo alla data dell’evento (per l’anno 2016 il termine è il 30 giugno 2017).