Menu

Servizi esterni: T.1 Anagrafe, Stato civile, Elettorale, Leva

Anagrafe, Stato Civile, Elettorale, Leva

 

Personale

  • Tiziana Mannu (Responsabile del Servizio) 07091519211 tiziana.mannu@comune.serrenti.ca.it
  • Maria Paola Abis (Collaboratore terminalista)070.91519215
  • Irene Marras (Collaboratore terminalista) 070 91519216
  • Anna Maria Pezza (Operatore Uffici) 070 91519217

 

Orario

  • Lunedì: 7.30-8.00, 11.00-13.00
  • Martedì: 7.30-8.00, 11.00-13.00, 16.00-18.00
  • Mercoledì: 7.30-8.00, 11.00-13.00
  • Giovedì: 7.30-8.00, 11.00-13.00, 16.00-18.00
  • Venerdì: 7.30-8.00, 11.00-13.00

Reperibilità Stato Civile

La reperibilità è garantita sabato, domenica e i giorni festivi dalle ore 08,00 alle 20,00 contattando il seguente numero di telefono: 3478923236

 

Attività svolte

Anagrafe - Carta identità - Residenza - Libretti e decreti di pensione - Moduli pensioni estere - Aire - Nascita - Cittadinanza - Matrimonio - Morte - Immigrazione, emigrazione - Cittadini stranieri - Toponomastica.

 

Anagrafe

 

Certificati

I certificati hanno una validità di sei mesi dalla data del rilascio.
I certificati sono validi anche oltre i termini di validità nel caso in cui l'interessato dichiari, in fondo al documento, che le informazioni contenute non hanno subito variazioni dalla data del rilascio. Questa possibilità non è ammessa per le certificazioni elettorali (godimento dei diritti politici, iscrizione nelle liste elettorali).

 

Autocertificazione

Ogni cittadino può presentare al posto dei certificati richiesti un'autocertificazione. In pratica il cittadino può presentare o spedire agli Uffici Pubblici ed ai Gestori di pubblici servizi (ENEL, TELECOM ecc..) "nonché ai privati che vi consentano" una dichiarazione personale attestante quanto sarebbe dovuto apparire sui certificati o sugli atti rilasciati dalla pubblica amministrazione.
La firma in queste dichiarazioni non va autenticata e quindi non è mai soggetta all'imposta di bollo.

Dichiarazione che si possono autocertificare:

  • Data e luogo di nascita;
  • Residenza;
  • Cittadinanza;
  • Stato civile (celibe, nubile, coniugato, vedovo, divorziato);
  • Stato di famiglia;
  • Esistenza in vita;
  • Nascita del figlio;
  • Decesso del coniuge, dell'ascendente (genitori, nonni), discendente (figli);
  • Posizione agli effetti degli obblighi militari;
  • Iscrizione in albi o elenchi tenuti dalla pubblica amministrazione;
  • Il possesso di un titolo di studio o di una qualifica professionale gli esami sostenuti: il possesso di un titolo di specializzazione, di abilitazione, di formazione, di aggiornamento e di qualificazione tecnica;
  • Il proprio reddito e la situazione economica (anche ai fini della concessione di benefici e vantaggi di qualsiasi tipo previsti da leggi speciali), l'assolvimento di specifici obblighi contributivi con l'indicazione dell'ammontare corrisposto, il possesso e il numero del codice fiscale, delle partita IVA e di qualsiasi dato presente nell'archivio dell'anagrafe tributaria e inerente all'interessato;
  • Lo stato di disoccupazione, la qualità di pensionato e la categoria di pensione, la qualità di studente o di casalinga;
  • La qualità di legale rappresentante di persone fisiche e giuridiche, di tutore, curatore e simili;
  • L'iscrizione presso associazioni e formazioni sociali di qualsiasi tipo tutte le posizioni relative all'adempimento degli obblighi militari;
  • Di non avere riportato condanne penali;
  • Di vivere a carico di qualcuno;
  • Tutti i dati, a diretta conoscenza dell'interessato, contenuti nei registri dello stato civile;

 

Dichiarazione sostitutiva dell'atto di notorietà

Nei rapporti con una qualsiasi Pubblica Amministrazione o gestore di pubblico servizio (Poste, Enel, ecc.) il cittadino può dichiarare stati, fatti e qualità personali a sua diretta conoscenza mediante una dichiarazione sostitutiva dell'atto di notorietà. La firma in calce a tale dichiarazione non va autenticata (in Comune o presso l'ente a cui è diretta) se la dichiarazione è compresa nell'istanza o è ad essa collegata funzionalmente, anche se prodotto in un secondo momento (se viene spedita deve essere accompagnata dalla copia fotostatica di un documento di identità valido. Non si possono dichiarare impegni futuri (esempio intenzioni), ma solo situazioni che riguardano fatti già avvenuti e conosciuti dal dichiarante.

 

Autenticazione di copie

Consente ai cittadini di produrre agli organi della Pubblica amministrazione copie di atti e documenti in sostituzione dei relativi originali, a condizione che tali copie siano autenticate.
Occorre avere l'originale dell'atto o documento, la fotocopia dell'atto, documento d'identità valido.

 

Libretto di pensione

L'Ufficio si occupa della consegna dei libretti e decreti di pensione ai pensionati dello Stato e degli Enti Locali.
Gli interessati sono convocati mediante una cartolina-avviso sulla quale sono specificate le modalità.

 

Libretto di lavoro

Può richiederlo chi ha compiuto 15 anni anche senza aver conseguito la licenza media inferiore o chi ha compiuto 14 anni se è già in possesso di tale titolo.
Viene rilasciato ai cittadini italiani e ai cittadini dell'Unione Europea residenti.

Occorre:

  • Il codice fiscale;
  • Documento di riconoscimento valido (i quattordicenni accompagnati da un genitore);
  • Ultimo titolo di studio conseguito.

 

Trasferimento di residenza nel comune

La dichiarazione di trasferimento di residenza deve essere resa dall'interessato o da un componente maggiorenne della famiglia se il movimento si riferisce a questa, a trasferimento avvenuto.
Quando la variazione interessa più famiglie (es: una persona che entra in un nucleo familiare già residente) è necessaria la presenza di un componente di tutte le famiglie interessate.

Per i cittadini italiani occorre:

  • Documento di identità valido;
  • Codice fiscale di tutte le persone che si trasferiscono;
  • Dati di tutte le patenti delle persone interessate e delle targhe degli autoveicoli, moto, ciclomotori, ecc.. posseduti dai componenti.

Tali dati sono necessari per consentire la trasmissione dei suddetti all'Ufficio Centrale Operativo della Motorizzazione Civile che provvederà ad effettuare il cambio di residenza su patenti e libretti di circolazione ed ad inviare al cittadino i tagliandi da applicare sui documenti in argomento.

Per i cittadini stranieri occorre:

  • Tutti i documenti sopra elencati;
  • Permesso di soggiorno valido o carta di soggiorno per i cittadini dell'Unione Europea;
  • Ogni altro documento valido comprovante stati e qualità tradotto in italiano (es: certificato di matrimonio).

Altri adempimenti ai quali il cittadino dovrà provvedere al momento della richiesta di residenza sono:

  • Denuncia di cessione fabbricato da compilarsi su apposito modulo a cura di chi cede l'uso del fabbricato (es: il padrone di casa se il nuovo residente è in affitto, il vecchio proprietario o l'impresa costruttrice se il nuovo residente è proprietario, un componente della famiglia se il nuovo residente entra in un nucleo già residente);
  • Denuncia per la Tassa di smaltimento dei Rifiuti da effettuarsi presso l'Ufficio Tributi.

 

Cambio di indirizzo all'interno del comune

Quando il cittadino cambia abitazione all'interno del territorio comunale, cambia appartamento nello stesso condominio o all'interno dello stesso numero civico, deve richiedere la variazione anagrafica.
Se lo spostamento riguarda tutta la famiglia è sufficiente la presenza di un componente maggiorenne della famiglia.
Se lo spostamento riguarda più famiglie valgono le indicazioni relative al trasferimento di residenza. Se in seguito al cambio di abitazione si vengono a formare più nuclei familiari, la dichiarazione deve essere resa da un componente del nuovo nucleo.
Per la scissione di un nucleo familiare, in caso che esistano rapporti di parentela e non vi siano variazioni di indirizzo, occorre che si tratti di alloggi distinti.
Anche in questo caso occorre fornire i dati delle patenti e delle targhe sopra descritti per i relativi cambi di indirizzo, compilare la denuncia di cessione fabbricato e la denuncia per la Tassa dei Rifiuti.

 

Carta d'identità

Vale cinque anni, anche se intervengono variazioni (es, cambio di residenza) e viene rilasciata a partire dai quindici anni. Può essere rinnovata a decorrere da 180 giorni prima della scadenza
Per rinnovare la carta d'identità occorre:

  • La vecchia carta d'identità o denuncia di smarrimento o di furto della stessa;
  • Tre foto tessera recenti e uguali.

Per rilasciare la carta d'identità valida per l'espatrio ai minorenni (15 - 17 anni) occorre anche la presenza dei genitori per la firma di assenso all'espatrio.
I cittadini stranieri devono presentare anche il permesso di soggiorno.

 

Espatrio minori

Chi trasferisce la propria dimora abituale all'estero viene cancellato dall'anagrafe della popolazione residente per essere iscritto all'AIRE.
L'iscrizione all'AIRE mantiene al cittadino il diritto di richiedere documenti al proprio Comune e l'iscrizione alle liste elettorali con il conseguente diritto di voto in caso di consultazioni elettorali. L'interessato deve presentarsi all'Ufficio munito di documento di identità valido, per rendere la dichiarazione di trasferimento all'estero. Giunto nel paese di destinazione, l'interessato si dovrà presentare presso il Consolato Italiano competente per rendere la medesima dichiarazione entro 90 giorni.
Se il Comune non riceverà dal Consolato alcuna comunicazione di trasferimento all'estero, dopo accertamenti, procederà alla cancellazione per irreperibilità del cittadino.

 

Stato civile

Denunce di nascita

La dichiarazione di nascita può essere resa da uno dei genitori, da un procuratore speciale, dal medico, dall'ostetrica con le seguenti modalità:

  • Entro tre giorni dalla nascita presso la direzione sanitaria dell'ospedale;
  • Entro dieci giorni presso il Comune in cui è avvenuta la nascita.

In questi casi la dichiarazione di nascita sarà poi trasmessa al Comune di residenza della madre.
I genitori, o uno di essi, possono in alternativa dichiarare la nascita, entro dieci giorni, nel proprio Comune di residenza di norma quello della madre, salvo diverso accordo.
Occorre:

  • Attestazione di nascita, rilasciata dalla competente autorità sanitaria.

Contestualmente alla registrazione delle dichiarazioni di nascita, viene rilasciato il codice fiscale.

 

Pubblicazione di matrimonio

Per contrarre matrimonio civile o religioso occorre prima eseguire la pubblicazione di matrimonio presso il Comune di residenza di uno dei due futuri sposi.
I futuri sposi devono recarsi presso l'Ufficio dello Stato Civile del Comune dove intendono contrarre il matrimonio, che fornirà loro tutte le indicazioni e acquisirà la documentazione necessaria per poter procedere alla pubblicazione.

 

Cittadinanza

Possono farne richiesta:

  • I cittadini stranieri o apolidi coniugati con cittadini italiani, se residenti in Italia, dopo sei mesi dal matrimonio, se residenti all'estero, dopo tre anni dal matrimonio;
  • I cittadini stranieri di stirpe italiana;
  • I cittadini stranieri residenti legalmente da almeno dieci anni nel territorio italiano;
  • Gli apolidi non coniugati, ma residenti legalmente da almeno cinque anni nel territorio italiano.

Per informazioni rivolgersi presso l'Ufficio che a seconda del caso indicherà la documentazione da presentare alla Prefettura di Cagliari.

 

Denuncia di morte

La denuncia si effettua entro 24 ore dall'evento nel Comune in cui avviene il decesso, muniti di scheda di competenza, accertamento di decesso rilasciato dal medico necroscopo oppure, in caso di morte violenta, il nulla-osta della Procura della Repubblica.
In seguito alla cancellazione dall'anagrafe per morte, per coloro che sono intestatari di pensione, viene comunicato il decesso all'Ente Previdenziale che eroga la pensione.
Per tutti i decessi viene fatta comunicazione all'anagrafe tributaria.

 

Ufficio di leva ed elettorale

 

Ufficio leva

Ogni cittadino maschio residente nell'anno in cui compie il 17° anno di età, viene iscritto alle liste di leva. Riceverà al domicilio, entro l'anno successivo, il precetto per la visita presso il Distretto Militare. L'ufficio leva istituisce pratiche di dispensa, registra i fogli di congedo, fornisce informazioni riguardanti il servizio militare di leva e il servizio civile (o obiezione di coscienza).

 

Obiezione di coscienza

La domanda di obiezione di coscienza deve essere presentata (o spedita) esclusivamente al Distretto Militare o alle Capitaneria di Porto di appartenenza, entro 15 giorni dall'arruolamento, cioè dall'ultimo giorno della visita di leva in cui si è stati dichiarati abili.
La domanda deve essere presentata su un apposito modulo e va compilata seguendo regole precise.

 

Albo presidenti seggio elettorale

Gli elettori del Comune che intendono svolgere le funzioni di presidente di seggio elettorale durante le consultazioni elettorali, devono presentare domanda al Sindaco entro il mese di ottobre purchè in possesso dei seguenti requisiti:

  • Non aver superato il 70° anno di età;
  • Essere in possesso almeno del diploma superiore.

Non possono svolgere tale funzione:

  • I dipendenti del Ministero dell'Interno, dell'Ente Poste, del Ministero delle Telecomunicazioni,
  • gli appartenenti alle Forze Armate in servizio,
  • i segretari comunali e i dipendenti dei Comuni addetti o comandati a prestare servizio durante le consultazioni,
  • i funzionari medici dell'USL incaricati delle certificazioni in favore dei votanti bisognosi dell'accompagnatore.

La Corte d'Appello provvede ad inserire i nominativi nell'apposito Albo e a nominare, in occasione delle consultazioni elettorali, i Presidenti necessari per i seggi.

 

Albo degli scrutatori

Gli scrutatori ai seggi elettorali sono raccolti in un UNICO ALBO. Nell'Albo sono inclusi tutti gli elettori che fanno apposita domanda nei mesi di Ottobre - Novembre e sono in possesso dei seguenti requisiti:

  • essere elettore del Comune;
  • avere assolto gli obblighi scolastici;

L'iscrizione nell'Albo è permanente, salvo cancellazione per i motivi previsti dalla legge.
In occasione di consultazioni elettorali, gli scrutatori occorrenti saranno sorteggiati dall'Albo.

 

Albi giudici popolari

Sono elenchi nei quali vengono iscritti quei Cittadini che, tramite sorteggio, assieme a due magistrati compongono la Corte d'Assise e la Corte d'Assise d'Appello.
Gli elenchi vengono aggiornati ogni biennio. L'iscrizione avviene d'ufficio o a domanda degli interessati. La domanda è presentata al Sindaco da aprile a luglio quando vieni affisso l'apposito manifesto.

I requisiti per essere iscritti sono:

  • Cittadinanza italiana
  • Età compresa tra i 30 e i 65 anni
  • Licenza di scuola media (Albo Corte d'Assisi)
  • Diploma di scuola Media Superiore (Albo Corte d'Assise d'Appello)

Non possono essere iscritti:

  • I magistrati e in generale tutti i funzionari in attività di servizio appartenenti o addetti all'ordine giudiziario;
  • Gli appartenenti alle forze armate dello Stato, ecc. in servizio.

I ministri di qualsiasi culto e i religiosi di ogni ordine e congregazione.

 

Referendum

In caso di raccolta firme in occasione di referendum popolari o di proposte di legge di iniziativa popolare, tutti gli elettori possono rivolgersi alla Segreteria Comunale per firmare muniti di un documento di riconoscimento valido. Si ricorda al proposito che esistono due tipi di referendum: comunale di consultazione e nazionale solo abrogativo.

 

Elezioni

In caso di consultazioni elettorali, l'elettore, per esercitare il diritto di voto, dovrà essere munito di documento di riconoscimento valido e della tessera elettorale.
L'elettore che il giorno delle elezioni si trovasse sprovvisto della tessera per votare, potrà rivolgersi all'Ufficio Elettorale aperto anche nel giorno festivo e per tutta la durata delle operazioni di voto.