Menu

Servizi tecnici: T.1 Urbanistica, Edilizia Privata

Pianificazione urbanistica, commissione edilizia

 

Personale

 

 

Orario

  • Lunedì: 7.30-8.00, 11.00-13.00
  • Martedì: 7.30-8.00, 11.00-13.00, 16.00-18.00
  • Mercoledì: 7.30-8.00, 11.00-13.00
  • Giovedì: 7.30-8.00, 11.00-13.00, 16.00-18.00
  • Venerdì: 7.30-8.00, 11.00-13.00

 

Attività svolte

Pianificazione urbanistica - Certificazioni urbanistiche - Autorizzazioni paesistiche - Cartografia - Edilizia residenziale pubblica - Autorizzazione edilizia - Concessione edilizia - Lottizzazioni - Dichiarazione inizio attività - Abitabilità e agibilità - Inagibilità - Abusi edilizi - Contributo abbattimento barriere architettoniche - Accertamenti duaap - Istat rilevazione mensile - L.29/1998 e bandi relativi - Monitoraggio piano casa.

 

Competenze:

  • Concessioni edilizie;
  • Autorizzazioni edilizie;
  • Istruttoria e redazione verbali della commissione edilizia;
  • Lottizzazioni di iniziativa pubblica e privata;
  • Certificazioni in campo urbanistico-edilizio;
  • Gestione strumenti urbanistici generali ed attuativi;
  • Abusi edilizi;
  • Istruttoria di proposte di delibere e determinazioni di competenza dell'ufficio;

 

Catasto: orari della sede decentrata presso il C.I.SA. di Serramanna.orari della sede decentrata presso il C.I.SA. di Serramanna.

 

Riduzione ICI per i fabbricati inagibili e inabitabili

Cos'è

Provvedimento rilasciato dal Responsabile del servizio tecnico comunale in base alla normativa ICI che permette la riduzione dell'imposta del 50% per i fabbricati "dichiarati inagibili o inabitabili e di fatto non utilizzati". La riduzione è limitata al periodo dell'anno durante il quale sussistono le suddette condizioni.
Il proprietario può chiedere che l'inagibilità o l'inabitabilità venga accertata e certificata dall'ufficio tecnico comunale.
La definizione delle modalità di richiesta e di rilascio della certificazione è in capo al Responsabile dell'ufficio tecnico comunale, il quale la determina nel rispetto dello spirito della lettera del Regolamento dei procedimenti amministrativi.

La domanda, redatta, in carta semplice deve contenere:

  1. se trattasi di persona fisica, l'indicazione delle generalità, della residenza o domicilio legale e del codice fiscale ovvero della partita IVA del richiedente;
  2. se trattasi di persona giuridica, l'indicazione della ragione sociale e del tipo di società, della sede legale, del codice fiscale e della partita IVA, delle generalità e della residenza o domicilio del rappresentente legale con specifica indicazione della carica di questi;
  3. l'ubicazione e la individuazione catastale del fabbricato;
  4. la richiesta e la specifica dichiarazione di inabitabilità od inagibilità;
  5. la copia del certificato igienico-sanitario sanitario rilasciato dalla A.S.L. competente per territorio e perizia a firma del tecnico abilitato riguardante la staticità dell'immobile;
  6. la sottoscrizione dell'impegno a sostenere tutte le eventuali spese di sopralluogo e di istruttoria, con deposito di cauzione, se specificatamente richiesto.

In alternativa la sussistenza e la data di inizio delle condizioni di non utilizzo per inagibilità od inabitabilità, così come previste dalla vigente normativa, può essere denunciata dal proprietario mediante la presentazione di dichiarazione sostitutiva ai sensi dell'art. 47 del D.P.R. 28.12.2000 n. 445, entro il termine prescritto per la presentazione della denuncia.
Il contribuente ha l'obbligo di comunicare al Comune, con raccomandata A.R., la data di ultimazione dei lavori di ricostruzione, ovvero, se antecedente la data dalla quale l'immobile è comunque utilizzato. Il Comune può effettuare accertamenti d'ufficio per verificare la veridicità di quanto dichiarato dal contribuente.

 

Abitabilità - Agibilità

Cos'è

È il provvedimento con il quale il Responsabile del servizio tecnico autorizza l'utilizzo di edifici ad uso abitativo, produttivo o commerciale, per i quali è stata rilasciata concessione edilizia o autorizzazione edilizia per costruzione, ampliamento o ristrutturazione.

Cosa serve

Occorre presentare domanda in bollo indirizzata al Sindaco corredata dalla documentazione necessaria che varia a seconda del tipo di intervento.

Dove rivolgersi

La modulistica predisposta e l'elenco degli elaborati è a disposizione presso l'Ufficio Tecnico Comunale.

MODULO DOMANDA AGIBILITÀ

 

Condono Edilizio

Rilascio copie conformi

A cosa servono

Sono necessarie in caso di vendita dell'immobile oggetto di richiesta di "condono edilizio". Le copie riguardano la domanda di condono ed eventuali altri documenti e l'attestazione di "non definizione della domanda".

 

Certificato di destinazione urbanistica

Cos'è

È l'attestazione del Responsabile dell'area tecnico-manutentiva da allegare agli atti di compravendita di terreni, contenente la classificazione urbanistica delle aree interessate.

Dove rivolgersi

La richiesta, in bollo, è inoltrata al Sindaco, allegando copia dell'estratto catastale e della planimetria di PRG con indicata l'area per cui si richiede il certificato.

MODULO RICHIESTA CERTIFICATO DESTINAZIONE URBANISTICA 

Autorizzazioni edilizie

Cos'è

Provvedimento rilasciato dal Responsabile del servizio Tecnico ai fini di realizzare opere edili di minore entità (manutenzioni straordinarie) effettuate all'interno e all'esterno degli edifici.

Cosa serve

Per tali manutenzioni straordinarie, previo versamento dei diritti di Segreteria, va richiesta al Responsabile del servizio tecnico l'autorizzazione edilizia presentando domanda in carta da bollo. Se il lavoro riguarda un solo proprietario, va allegata l'autorizzazione degli altri proprietari. I lavori possono iniziare solo dopo aver ottenuto l'autorizzazione. Durante l'esecuzione delle opere, deve essere esposto un cartello indicante il numero e la data dell'autorizzazione richiesta.

Dove rivolgersi

I fac-simili delle domande sono in distribuzione presso l'Ufficio Tecnico Comunale. In allegato occorre presentare la documentazione tecnica ed eventuali fotografie secondo il tipo di intervento.

 

Concessione edilizia

Cos'è

Provvedimento richiesto dal proprietario e rilasciato dal Responsabile del servizio Tecnico che consente di realizzare nuove costruzioni, ampliare, modificare o demolire quelle esistenti, oppure di eseguire opere di urbanizzazione nel territorio. In particolare per la lottizzazione di terreni a scopo edificatorio, opere di urbanizzazione, nuove costruzioni, ampliamenti, sopraelevazioni, restauro, modifica destinazione d'uso, particolari monumenti funerari.

Cosa serve

Un progetto redatto da tecnici specializzati in materia edilizia (ingegneri, architetti, geometri, dottori agronomi e periti edili) nell'ambito delle rispettive competenze; tali professionisti devono essere iscritti nei rispettivi Albi Professionali. Il titolare della concessione edilizia prima di dare inizio ai lavori, dovrà darne comunicazione per iscritto al Sindaco. Per gli immobili appartenenti a persone giuridiche la domanda deve essere avanzata dagli organi che ne hanno la rappresentanza.

Dove rivolgersi

La domanda deve essere indirizzata al Sindaco dai soggetti di cui sopra, con allegata la documentazione tecnica prevista dal Regolamento edilizio per ciascun tipo di opera, secondo la modulistica predisposta e a disposizione presso l'Ufficio Tecnico Comunale.

 

Asseverazione ART. 26 L. 47/85- L.R. N. 23/1985.

Cos'è

Per interventi interni alle singole unità immobiliari che non comportano modifiche della sagoma, aumento della superficie utile, aumento delle unità immobiliari, non modificano la destinazione d'uso, non rechino pregiudizio alla struttura dell'immobile, non siano in contrasto con gli strumenti urbanistici adottati ed approvati con i regolamenti edilizi vigenti.

Cosa serve

Contestualmente all'inizio lavori occorre depositare in Comune una dettagliata relazione e gli opportuni elaborati grafici progettuali firmati da tecnico abilitato, secondo quanto previsto dall'art. 15 della legge regionale n. 23 dell'11.10.1985.

Dove rivolgersi

Presso l'Ufficio Tecnico Comunale